mercoledì 21 febbraio 2018

TAMBURI REGINA DELLA MARATONA DI SAN VALENTINO


TAMBURI REGINA DELLA MARATONA DI SAN VALENTINO



Sigilli di Abderrafii Roqti e Silvia Tamburi nella ottava edizione della Maratona di San Valentino che si è tenuta Domenica 18 Febbraio a Terni. La gara organizzata dall'Amatori Podistica Terni, nonostante le avverse condizioni climatiche, ha visto al via quasi 1800 partecipanti fra la classica corsa sui 42 km e 195 metri e la mezza maratona,  alle quali da quest’anno si è aggiunta una manifestazione sulla distanza dei 12 km.
In quest'ultima distanza ad imporsi sono stati Marco Zagaglioni e Carla Mazza, mentre nella mezza maratona, la vittoria è andata a Pasquale Roberto Rutigliano e a Kathleen Oneil.
Nella Maratona maschile, Abderrafii Roqti, con il tempo di 2 h 19 min e 55 sec, è stato in grado di battere, sfiorando il record della gara, il vincitore dello scorso anno, ovvero Mohamed Hajjy, giunto secondo in 2 h 26 min e 26 sec. Terzo gradino del podio, e primo degli italiani, è stato Matteo Lucchese (2 h 32 min e 59 sec).
La maratona femminile, invece, ha visto il bellissimo trionfo della nostra

portacolori Silvia Tamburi (Avis Perugia). Per lei un crono di 2h 53 min e 12 sec, quasi 4 minuti in meno della forte maratoneta ed esperta sulle lunghe distanze Marija Vrajic. A completare il podio un'altra perugina, ovvero Federica Poesini che ha chiuso appena sopra le 3 ore.  Per la nostra Silvia questa si tratta dell’ennesima conferma in una distanza che la sta confermando al vertice del panorama nazionale delle lunghe distanze.
Lasciando da parte i vincitori della gara, in questa manifestazione vorremmo fare una menzione particolare per
un nostro atleta, ovvero per il Prof Stefano Perito, che ha tagliato il traguardo con il tempo di 4 h 12 min e 13 sec (tra l’altro ottavo posto di categoria per lui), e che ha raggiunto un prestigioso risultato, ovvero quello delle 93 maratone portate a termine in carriera; veramente un encomio particolare per lui per la costanza dimostrata in questi eventi.
Tornando alla cronaca della gara, nella mezza maratona maschile Rutigliano ha tagliato il traguardo per primo con il tempo di 1h 9 min e 28 sec precedendo di due minuti Doriano Bussolotto. Terza piazza per Cherkaoui el Makhrout. In questa manifestazione, per quanto riguarda i nostri portacolori, segnaliamo il quarto posto nella categoria SM-45 per Marcello Cancelloni.
Nella gara femminile, nessun problema per l’atleta statunitense Kathleen Oneil, capace di chiudere in 1h 22 min e 30 sec e di distanziare di quasi 3 minuti e mezzo Paola Bernardo; terzo gradino del podio per Silvia Nasso. Per quanto riguarda i premi di categoria dei nostri rappresentanti, ricordiamo il primo posto di categoria per Ylenia Micco nella SF, il secondo posto nella SF60 per Luciana Cantini, il quarto posto nella SF per Michela Barberini e il settimo posto nella SF-35 per Michela Botta Briganti; veramente un bel risultato di squadra per le nostre ragazze.

Per tutti gli altri risultati dei nostri atleti, seguire la foto sotto



Nell’ultima gara in programma, ovvero la 12 Km, si è imposto Marco Zagaglioni della Ternana Marathon Club con il tempo di  48 minuti e 34 secondi. Alle sue spalle si è piazzato Lorenzo Prosperi dell'Atletica Winner Foligno che ha impiegato 50 minuti e 5 secondi. Terzo gradino del podio per Costantino Sammarco , LBM Sport Team,  giunto al traguardo dopo  51 minuti e 13 secondi.
Quinto posto assoluto (e primo di categoria) per il nostro portacolori Mauro Covarelli con il tempo di 57 min e 7 sec.
In campo femminile si è imposta Carla Mazza (quinta in classifica generale),  della ASD Piano ma arriviamo, che ha impiegato  55 minuti e 30 secondi per completare il percorso. Seconda è giunta  Silvia Cavallaro della Ternana Marathon Club con il tempo di  58 minuti e 40. Terzo posto, in campo femminile , per  Federica Barbante.

martedì 6 febbraio 2018

TAMBURI REGINA DELLA MARATONINA DEL CAMPANILE

TAMBURI REGINA DELLA MARATONINA DEL CAMPANILE

Sono stati 326 gli atleti partecipanti alla 29esima Maratonina del Campanile che, come da programma, è partita domenica 4 febbraio alle 9.30 da via Pietro Cestellini a Ponte San Giovanni di Perugia. I podisti hanno corso in un suggestivo scenario agreste, costeggiando le colline che si stagliano tra Ponte San Giovanni e il magnifico borgo medievale di Torgiano, comune che eccelle per la qualità dei suoi vini. Rispetto alle vecchie edizioni, la classica distanza di 21.097 metri che caratterizza la mezza maratona è stata accorciata di oltre un chilometro dagli organizzatori, in ossequio alle nuove e restrittive norme Fidal con cui l'Ente pubblico che fa capo al Coni ha deciso di regolamentare questo tipo di competizioni. Percorso abbastanza pianeggiante per i primi 8 km e 500 mt, dove aveva inizio l'insidiosa asperità che porta in cima allo splendido centro storico di Torgiano, il quale funge da ideale spartiacque per questa interessante maratonina. La seconda parte del percorso, in particolare, ha attraversato una bella zona di campagna con, tuttavia, alcune significative variazioni nel fondo stradale che possono aver creato non poche difficoltà agli atleti più stanchi. Infatti, intorno al 12° km è iniziato un lungo tratto che alterna asfalto e terra battuta; asfalto, in particolare, decisamente diverso dal precedente, con interminabili tratti decisamente sconnessi che, unito ad un fastidioso vento contrario, ha senza dubbio messo a dura prova la resistenza organica e muscolare dei concorrenti.
Sul piano agonistico, nell'ambito di un percorso decisamente scorrevole, registriamo in campo maschile un podio tutto africano, con la vittoria del keniano Gideon Kurgat Kiplagat, con il ragguardevole tempo di 1h 2 min 9 sec. Secondo, il marocchino Mohamed Hajjy con il tempo di 1h 2min 29 sec, che ha preceduto sul traguardo il terzo classificato ovvero Samson Kagia Mungai con il tempo di 1h 3 min 14 sec. Questi tre atleti hanno tutti corso ad una media sotto i 3 min e 10 sec al km, a dimostrazione della elevata qualità della gara. Quarto e quinto posto per altri due atleti marocchini, ovvero Hakim Radoaun e Cherkaoui el Makhrout. Sesto posto assoluto, e primo degli italiani, per Yassin El Khalil con il tempo di 1 h 9 min 24 sec.
Nutrita, come sempre, la partecipazione dei nostri atleti a questa gara (21 i
rappresentanti presenti e terza società più numerosa). Tra i nostri portacolori, in una gara dal tasso qualitativo cosi’ elevato, segnaliamo l’undicesimo posto assoluto (che gli ha valso anche il primo posto di categoria) per Lorenzo Menculini con il tempo di 1 h 14 min e 15 sec; veramente una bellissima gara per lui.
Nella gara femminile, podio tutto umbro con la nostra portacolori Silvia Tamburi che, dopo due secondi posti,
in questa gara iscrive il suo nome nell’albo d’oro vincendo in 1 h 16 min  15 sec e migliorandosi rispetto al tempo fatto registrare lo scorso anno; veramente una bellissima soddisfazione per lei che riesce finalmente a trionfare in questa importante manifestazione. Al secondo posto, staccata di oltre 4 minuti, Federica Poesini della Pietralunga Runners e al terzo Antonella Bellitto della Libertas Orvieto.
Per quanto riguarda le nostre atlete, ricordiamo il terzo posto nella cat Q per Luciana Cantini.

Per tutti gli altri risultati dei nostri atleti, guardare la foto sotto


martedì 30 gennaio 2018

GENNAIOLA, MARATONA DI RAGUSA E MARATONINA DEI TRE COMUNI

GENNAIOLA, MARATONA DI RAGUSA E MARATONINA DEI TRE COMUNI

In una splendida giornata di sole e con un clima secco, particolarmente favorevole per chi pratica il nobile sport del podismo amatoriale, Domenica 28 Gennaio si è svolta la XXXVI edizione della Gennaiola, 10° Memorial "Vincenzo Cavanna". Competizione assai apprezzata dagli appassionati, tanto da sfiorare solo per la gara competitiva 600 atleti al via, e  molto ben organizzata dall'Aspa Bastia.  Gara che è, come da tradizione, di circa 13 km, molto suggestiva anche dal punto di vista paesaggistico con partenza posta di fronte alla Basilica di Santa Maria degli Angeli e percorso quasi interamente pianeggiante che ha ricalcato in buona parte il tracciato dell'Invernalissima, ma con una importante diversione di quasi tre chilometri all'interno di uno spettacolare percorso verde su strada sterrata, il quale costeggiava le pendici nord-occidentali del Monte Subasio, laddove si staglia l'imponente sagoma di Assisi con le sue magnifiche strutture medievali. Proprio una così lunga variazione, posta nella parte centrale di un percorso altrimenti decisamente scorrevole,  ha contribuito a rendere più interessante la gara, costituendo senz'altro l'elemento tecnico più rilevante da sottolineare.
E in una gara così prestigiosa, i nostri colori non potevano non farsi rispettare, ed
infatti, in campo femminile segnaliamo la vittoria della nostra portacolori Silvia Tamburi, che con il tempo di 49 min e 25 sec ha tagliato il traguardo in prima posizione sbarazzandosi della concorrenza. Seconda posizione per Federica Poesini con il tempo di 52 min e 3 sec, e terzo gradino del podio per Rosangela Gismondi (53 mkin e 55 sec).
In campo maschile la vittoria è andata a Andrea Lucchetti con il tempo di 44 min e 13 sec, che è stato in grado di precedere sul traguardo di una manciata di secondi Alessio Buraccioni (secondo posto in 44 min e 21 sec) e Luigi Gramaccini (terzo in 44 min e 23 sec).
Nella folta pattuglia dei nostri portacolori (26 atleti al via della manifestazione), segnaliamo l’ottavo posto nella categoria A per Michael Mariani.

Per tutti gli altri risultati dei nostri portacolori, rimandiamo alla foto sotto




Oltre alla gara appena descritta, nello stesso giorno si sono disputate altre due gare a livello nazionale, dove i nostri atleti hanno preso parte e si sono distinti con risultati di prestigio.
Nella XV edizione della Maratona Città di Ragusa, infatti la nostra atleta Silvia del Bianco è riuscita a piazzarsi in settima posizione assoluta (e seconda di categoria nella sf 50) con il tempo di 3 h 39 min e 19 sec (tempo che per lei rappresenta il secondo miglior tempo sulla distanza); Bravissima Silvia!!!. La gara, che ha affrontato un percorso bello ma impegnativo, con parecchi saliscendi e arrivo tra basolato e discese, ha visto la vittoria in campo maschile di Tito Tiberti, e in campo femminile di Lorena Piastra.

Altra gara di giornata. È stata la XXXVIII edizione della Maratonina dei Tre Comuni, gara competitiva nazionale di corsa su strada di km 22,500. Quest’anno la gara itinerante ha preso  il via da Castel Sant’ Elia e lungo il tradizionale percorso molto impegnativo con diversi saliscendi, gli atleti hanno attraverseranno i paesi di Nepi e Civita Castellana, per  terminare la gara sul punto di partenza Castel Sant’Elia fra due ali di spettatori.  La manifestazione sportiva è molto partecipata (oltre 1600 sono stati gli atleti che hanno tagliato il traguardo) in quanto è anche un’ottima occasione per “farsi le gambe” in vista degli appuntamenti più impegnativi come la Roma – Ostia e la Maratona di Roma. Sul gradino più alto del podio è finito Youness Zitouni, atleta del Pol. Laghetto, che ha percorso i 22.400 metri in 01 h 12 min e 50 sec. Secondo posto per  Abderrafii Roqti (Pod. Il Laghetto) e terzo posto per Carmine Buccilli dell’ATL Santa Marinella.
In campo femminile, la vittoria è andata a Laura Casasanta della CAT Sport Roma con il tempo di 1 h 30 min e 11 sec seguita da Manuela Piccini del Planet Sport Running e al terzo posto Paola Salvatori U.S. Roma 83. Quattro nostri atleti hanno preso parte alla manifestazione; ricordiamo Michela Barberini (quinta posizione di categoria per lei con il tempo di 1 h 53 min e 5 sec), Marcello Cancelloni (ventesima posizione di categoria con 1 h 35 min e 26 sec), Cristiano Sportoletti (1 h 55 min e 8 sec) e Vanessa Fettucciari (1 h 57 min e 52 sec).

martedì 16 gennaio 2018

TERNI HALF MARATHON

TERNI HALF MARATHON

505 iscritti, 423 coloro che hanno tagliato  il traguardo sono i numeri della BRACONI TERNI HALF MARATHON, corsa podistica su strada che si è svolta domenica 14 Gennaio a Terni sulla distanza della mezza maratona, alla sua prima edizione, con partenza ed arrivo da via Leopardi ed organizzata dalla società ternana #Iloverun Athletic Terni.
Dopo i 21 chilometri e 97 metri, la corsa si è conclusa con una volata a due che ha visto protagonisti i podisti Manirafasha e Ntawuyirushintege con il primo che è stato squalificato per una azione scorretta nei confronti del compagno di fuga. Vittoria, quindi, assegnata a Ntawuyirushintege della #Iloverun Athletic Terni che ha chiuso nel tempo di 1 h 5 min e 31 sec; al secondo posto Chirchir Kipkorir, staccato di 4 minuti e 15 secondi ed al terzo Haic Youssef. 
Alla partenza in via Leopardi Ntawuyirushintege, in compagnia di altri tre connazionali, ha preso subito il largo e già dopo cinque chilometri il gap dal gruppo era ampio. Il percorso è stato completato dopo due giri da 10,433 chilometri e uno strappo conclusivo di duecento metri: passaggi per le vie più suggestive della città, prima di tagliare il traguardo posto in via Leopardi, dove Primien Manirafasha è stato squalificato dopo la volata finale. Sul podio della manifestazione anche il 34enne keniano Erastus Kipkorir Chirchir (1 h 9 min e 46 sec) e il 30enne dell’Associazione podistica ‘Il Laghetto’ Youssef Aich, battuto in volata (1 h 9 min e 48 sec).
Per quanto riguarda i nostri portacolori, segnaliamo il 23esimo posto assoluto per Vincenzo Cocca con il tempo di 1 h 19 min e 59 sec, che gli ha valso anche il terzo posto di categoria nella cat C. Per quanto concerne gli altri premi di categoria, ricordiamo il quinto posto nella cat D per Marcello Cancelloni.
Tra le donne la vittoria è andata a Laura Biagetti della #Iloverun Athletic Terni che ha chiuso la sua
fatica nel tempo di 1 h 19 min e 30 sec. Splendido il secondo posto della nostra atleta portacolori Silvia Tamburi (Avis Perugia), che è stata staccata solo di una manciata di secondi (precisamente sette) dalla vincitrice. Podio in rosa completato dalla ruandese Clementine Mukandanga, capace di correre la gara in 1 h 20 min e 18 sec.
Per quanto riguarda le nostre atlete impegnate, segnaliamo il secondo posto di categoria per Silvia del Bianco nella cat N, e il terzo posto di categoria per Roberta Pappadà nella cat. N.

Per quanto riguarda gli altri risultati dei nostri atleti si rimanda alla foto sotto.


lunedì 18 dicembre 2017

CENA DI NATALE 2017 ATLETICA AVIS PERUGIA

CENA DI NATALE 2017 ATLETICA AVIS PERUGIA

Domenica 17 Dicembre si è svolta presso il ristorante La Dolce Vita di Perugia la consueta cena sociale di fine anno organizzata dall’atletica Avis Perugia per scambiarsi gli Auguri di Natale. È stato un momento molto bello per ritrovarsi insieme in una situazione diversa dalle solite corse domenicali mattutine e che è servito per premiare gli atleti più rappresentativi della nostra società e che si sono più distinti durante l’anno solare 2017, anno in cui, al di la dei premi di squadra, i nostri atleti si sono fatti rispettare sia in campo regionale, ma soprattutto anche in campo nazionale ed internazionale, portando in alto il nome dell’Atletica Avis Perugia. Sono state fatte varie premiazioni, fatte sia per gli atleti che hanno indossato più volte la casacca avissina durante l’anno solare 2017, sia per gli atleti che si sono distinti con prestazioni di particolare rilievo, e inoltre, i tesserati che erano presenti alla cena sociale, hanno potuto scegliere il collega atleta che secondo loro si è maggiormente distinto.
Veniamo dunque all’elenco degli atleti premiati: per quanto riguarda il numero di presenze alle gare podistiche durante l’anno 2017 (ricordiamo che vale come
presenza valida solo quelle gare in cui la nostra società è rappresentata da almeno 8 atleti), in campo maschile, una menzione particolare va fatta per Marcello Cancelloni presente in ben 32 gare; seguono a ruota Mauro Covarelli, Francesco Canapari, Onelio Ventanni e Giuseppe Petrazzini. Stesso tipo di premiazione, è stato fatto in campo femminile, con Michela Barberini che è stata l’atleta che più di tutte ha rappresentato la nostra società; le altre premiate sono state Roberta Pappadà,
Silvia del Bianco, Daniela Brunori e Silvia Tamburi. Tutti gli atleti sono stati omaggiati dalla società, con un tesseramento gratuito per l’anno 2018, con la speranza che possano continuare a difendere i colori dell’Avis sulle strade della nostra regione e non solo durante tutto l’anno venturo.

Altra premiazione di serata è stata quella per gli atleti dell’anno; come consuetudine vengono premiati, scelti dal consiglio direttivo, l’atleta maschile e quello femminile che si sono distinti durante l’anno, e quest’anno la scelta è caduta su Mauro Covarelli in campo maschile (per il numero totale di gare portate a termine dall’atleta durante tutto l’anno solare, che sono state ben 91) e su Roberta Pappadà in campo femminile (atleta sempre presente e rappresentativa).

Durante la serata, inoltre, è stato dato un premio speciale a colui che è stato in grado di portare il nome dell’Avis fuori dai confini nazionali, ovvero a Filippo Poponesi. Non ci sono più aggettivi per descrivere quello che è stato fatto da Popof sia in campo sportivo, ma anche in quello sociale durante l’ultimo anno. Ricordiamo che nel 2017, è stato finisher in tre delle ultramaratone più lunghe e terribili al mondo, ovvero la Nove Colli Running (202 km), la Ultra Maratona Milano-Sanremo (285 km risultando anche settimo assoluto e terzo italiano al traguardo) e l’ultima impresa portata a termine poco più di un mese fa,
ovvero la massacrante Atene-Sparta-Atene, ultramaratona no stop di 494 km dove è riuscito a classificarsi in quinta posizione assoluta, risultando il primo degli Italiani al traguardo. Ma non solo, Popof è stato molto impegnato anche in campo sociale, dove grazie alla gara da lui creata e organizzata grazie anche al contributo della nostra società, ovvero il Popof Day (24 ore di corsa non stop), è stato in grado di raccogliere dei fondi che sono stati poi devoluti al reparto di Oncologia dell’Ospedale Santa Maria delle Misericordia per l’acquisto di materiale informatico molto utile al servizio. Insomma, un sincero ringraziamento va a Filippo a nome di tutta la società.
Ultima premiazione della serata, è stata quella dell’atleta dell’anno che stavolta, però, è stato scelto da tutti gli atleti e tesserati presenti alla serata; e il premio non poteva non andare all’atleta che durante l’anno solare ha riportato i maggiori risultati sportivi a livello personale, ovvero a Silvia Tamburi. Silvia quest’anno ha avuto una regolarità impressionante durante tutto l’anno solare, riportando numerosissime vittorie in campo regionale e non, riuscendo anche ad ottenere il proprio personale sulla distanza regina il week end scorso, gara conclusa con il tempo di 2h 47min e 23sec, risultato che la pone nella elite della maratona femminile in Italia. Complimenti di cuore Silvia.

A tutti i partecipanti alla cena un sincero ringraziamento da parte della società e un augurio per un 2018 fatto di tanti km percorsi sulle strade della nostra regione!!!

lunedì 11 dicembre 2017

GARINEI E TAMBURI SUPER: SPLENDIDE LE RAGAZZE DELL’AVIS

GARINEI E TAMBURI SUPER: SPLENDIDE LE RAGAZZE DELL’AVIS

Complice il giorno di festa di venerdi’ 8 Dicembre e il ponte lungo, il weekend appena passato ha viste molte manifestazioni podistiche svolgersi, con risultati di prestigio per i nostri portacolori.
Iniziamo subito a raccontare della vittoria in campo femminile per la nostra atleta
Paola Garinei nella gara che si è svolta venerdi’ a Spoleto; corsa podistica di 13,8 km che è andata a sostituire una gara classica nel panorama regionale umbro, ovvero la Morgnano-Spoleto-Morgano.  La nostra atleta si è dimostrata la più forte e in forma in questa gara e ha chiuso le proprie fatiche con il tempo di 54 min e 18 sec, rifilando due minuti alla seconda arrivata, ovvero Federica Poesini. Terzo gradino del podio per Giada Salvati. Quinto posto assoluto per la nostra Michela Barberini e decimo posto per l’altra avissina Marianna Montanini; insomma, tre atlete tra le prime dieci fanno sicuramente un bel biglietto da visita. In campo maschile, invece la vittoria è andata a Daniele Petrini che ha battuto Lorenzo Felici (secondo) e Giuseppe Cioccolini (terzo). Diciassettesimo posto assoluto per il nostro Marcello Cancelloni, che si sta dimostrato sempre in grado di piazzarsi nelle prime posizioni. Per quanto riguarda i premi di categoria, da segnalare il terzo e il quarto posto nella categoria sm-55 rispettivamente Claudio Mattioli e Mauro Covarelli.

Per tutti gli altri risultati dei nostri atleti, si prega di seguire il link sotto

Altra gara che si è disputata nel giorno di venerdi’, è stata la quarta edizione della Maratona “Città di Rieti”, manifestazione podistica che oltre alla classica distanza dei 42 km, prevedeva anche altri due traguardi come quello della mezza maratona e dei 12 km. Due nostri atleti hanno preso parte alla mezza maratona, riportando entrambi risultati di prestigio: Roberta Pappadà nella gara femminile si è piazzata in quarta posizione assoluta risultando anche la prima della sua categoria nella sf-45, e Gabriele Reali che è giunto in quindicesima posizione assoluta e primo posto di categoria anche per lui nella sm-50.
Passando ora alle gare che si sono disputate Domenica 10 Dicembre, parliamo della gara che si è svolta a Perugia, ovvero la terza edizione della Babbo Running. Babbo Running è stato un evento divertente, che ha voluto salutare l’arrivo del Natale correndo vestiti da Babbo Natale per le vie della città di Perugia. La partenza e l’arrivo erano nella piazza di Monteluce, dove è stato allestito il ‘Babbo Running Village’, un’area interamente dedicata ai partecipanti di tutte le età, con particolari sorprese per i più piccoli. Da questa edizione, infatti, Babbo Running  è stata una manifestazione a livello nazionale che ha visto altre otto tappe, oltre a quella perugina. In tutta italia, la corsa sostiene la Fabbrica del Sorriso, la raccolta fondi promossa e realizzata da Mediafriends che anche quest’anno è dedicata alla lotta ai tumori infantili, devolvendo 5 euro per ogni iscrizione. Ma al di là dello spirito natalizio, c’è stata una manifestazione competitiva di 8 km circa che ha visto impegnati centinaia di podisti. In campo maschile la gara è stata vinta da Emanuele Rondoni che ha preceduto Lorenzo Martinelli e Livio Camilloni. Per quanto riguarda i nostri atleti, segnaliamo il primo posto nella cat G per Riccardo Fanelli, il secondo posto nella cat G e nella cat H rispettivamente per Onelio Ventanni e per Luciano Biscarini, il terzo posto nella cat G per Stefano Rondini e il quarto posto nella cat D per Matteo Tognoloni.
In campo femminile la gara è stata vinta da Cassandra Ulivieri, che ha preceduto sul traguardo Lorena Piastra. Terzo gradino del podio per la nostra portacolori Marianna Montanini. Sempre per quanto riguarda le nostre atlete, segnaliamo il settimo posto assoluto (e primo nella cat B) per Michela Botta, e il decimo posto assoluto (e terzo nella cat D) per Rossella Cavallari; insomma, anche in questa gara riusciamo a piazzare tre atlete tra le prime dieci, complimenti.

Per tutti gli altri risultati dei nostri atleti, si prega di seguire il link sotto

Ultima gara che veniamo a raccontare, ma sicuramente non per importanza dato che ha dato
visibilità alla nostra società in campo nazionale, è stata la ventiduesima edizione della Maratona di Reggio Emilia, Città del Tricolore, evento organizzato dalla Tricolore Sport Marathon e classificato come Bronze Label nel calendario Running 2017 della FIDAL. Un appuntamento ormai classico del finale di stagione, che ha saputo raccogliere oltre 3.000 podisti suddivisi tra la maratona e la gara non competitiva di contorno, destinata alla raccolta di fondi per associazioni a scopo benefico.
La maratona ha visto giungere al traguardo circa 2.300 atleti. In campo maschile, vittoria per il ruandese Jean Baptiste Simukeka (ASD Vini Fantini) che, al terzo tentativo in terra emiliana, dopo aver collezionato 2 secondi posti, iscrive il suo nome nell’albo d’oro con il tempo di 2h 16min e 30sec. Alle sue spalle il marocchino Youness Zitouni (ASD Podistica Il Laghetto, 2h 17min e 6sec) e lo sloveno Puhar Rok (2h 17min e 49sec). Primo azzurro al traguardo, il fresco campione nazionale di specialità Ahmed Nasef (Atletica Desio), che ha chiuso in quinta posizione.
Tra le donne, vittoria con record della manifestazione per l’etiope Maru Alemu Tsehai (2h 33min e 41sec), al primo successo in terra italiana. Ottimo il secondo posto dell’azzurra Laura Gotti (Runners Capriolese, 2h 38min e 22sec), che ha preceduto
l’ultramaratoneta croata e plurivincitrice della 100Km del Passatore Nikolina Sustic (2h 46min e 28sec). Quarto posto assoluto per la nostra portacolori Silvia Tamburi, un risultato splendido per lei. Silvia ha messo il suo nome vicino a quello delle big, chiudendo in quarta posizione dopo una strepitosa rimonta nel corso della gara; la svolta è avvenuta dopo il quindicesimo chilometro, con la nostra atleta che si trovava in ottava posizione; da li è iniziata una lenta ma inesorabile rimonta, che l’ha portata a tagliare il traguardo solo dietro alle grandi di questa specialità con il tempo di 2h 47min e 23sec riuscendo a migliorare il suo primato di due minuti. Sicuramente un risultato di prestigio per la nostra atleta, che la pone nella elite della maratona femminile in Italia.
Altri due atleti avissini hanno preso parte a questa manifestazione, ovvero Filippo Poponesi, al rientro alle gare dopo la splendida cavalcata dell’Atene-Sparta-Atene, che ha chiuso le proprie fatiche poco al di sotto delle 5 ore di gara, e Roberta Nanni (5h 12min e 17sec per lei).